AL COMMISSARIO SPETTA IL COMPITO DI FAR CHIUDERE IL PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE ED UNIVERSITÀ

Longo,da Commissario alla Sanità ha ancora del tempo a sua disposizione per riuscire a far chiudere, con il Protocollo di Intesa, anche una soluzione condivisibile tra Regione ed Università dal momento che l‘ultima traccia di intesa risale al 2008. Una “intesa” che, viceversa, l’ex Commissario ing. Scura dava già per definita sin dal febbraio 2017 tant’è che la ritenne addirittura “storica” per essere riuscito a tale “impresa” ritenendola importante per entrambe le Istituzioni. S’ebbe, pertanto, ad “inventarsi”, a supporto di tale conclusa intesa, anche ben 29 articoli, le cui tracce, non sono state ancora trovate n’è sul Tavolo “Adduce” né su quelli dei competenti Ministeri. Comunque, tra i 29 articoli ,figuravano alcuni anche interessanti tra cui quello che raffigurava la modalità della partecipazione anche della Università alla Programmazione Sanitaria Regionale, a cominciare dall’assetto organizzativo sino alla gestione economica ,finanziaria e patrimoniale dell’Azienda ospedaliera universitaria. Per cui, tra i tanti articoli ,figurava quello con le modalità di compartecipazione della Regione e della Università ai risultati di gestione secondo le rispettive competenze primarie e le modalità di integrazione tra attività didattiche- formative e di ricerca da parte dell’Università e di quelle essenziali della Regione. Dal momento che sia il Tavolo Tecnico “Adduce” che i competenti Ministeri hanno ripetutamente sollecitato la conclusione dell’intesa tra Università e Regione, cosa che ha anche fatto la Corte dei Conti, presumiamo che anche Longo, da Commissario alla Sanità debba avere interesse di dimostrare ai competenti ministeri che non intende sottrarsi da tale compito, da poter definire, con la chiusura di un’aggiornata intesa, anche la sua compartecipazione a tale “straordinario” evento. Ciò non dovrebbe essere difficile allo stesso Commissario Longo dal momento che anche tale “intesa” rientra tra i suoi compiti.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario