ASP DI CATANZARO SOLLECITATA ALLA SOPPRESSIONE DI POSTAZIONI DI EMERGENZA TERRITORIALE

Il “destino” delle Postazioni di Emergenza Territoriale “118” resta ancora legato alle delibera dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro che prevede la soppressione di diverse Postazioni utilizzando un decreto regionale, che risale allo scorso decennio, che venne però subito “bollato” dai Sindaci perché basato su logiche che, sopratutto in questo periodo di emergenza sanitaria, sono da ritenere fuori tempo. Il Comitato dei Sindaci ha, pertanto, chiesto all’accennata Azienda di modificare la delibera sul presupposto che, nella drammatica fase di pandemia, depotenziare un servizio essenziale come quello di emergenza-urgenza con una delibera irregolare perché adottata senza consultare i Comuni interessati ,con un provvedimento anche peggiorativo. Trattasi, pertanto, di una triade commissariale inadeguata, che il Governo avrebbe dovuto rimuovere da tempo,in quanto confondono anche il diritto dovuto all’emergenza-urgenza a tutela della salute dei cittadini. Su tale vicenda è purtroppo da tempo calato il silenzio !

ASP DI CATANZARO SOLLECITATA ALLA SOPPRESSIONE DI POSTAZIONI DI EMERGENZA TERRITORIALE