LA LEGA SULLA SANITA’ IN CALABRIA E’ USCITA ALLO SCOPERTO !

La posizione della Lega sulla sanità calabrese resta finalizzata alla eliminazione dei Commissari ed all’azzeramento del debito. La chiusura del commissariamento della Sanità la si potrebbe giustificare solo nel caso in cui il Governo procedesse all’azzeramento del disavanzo dal momento che il compito assegnato ai commissari ,da oltre un decennio,restava solo quello di eliminare il deficit non di accertare la causa del dissesto economico. Partendo da tale presupposto, la sola eliminazione dei commissari, varrebbe a ben poco senza farla precedere dalla chiusura del Piano di rientro. Pertanto, se la Sanità calabrese continua, purtroppo, ad andare incontro ad un riconosciuto fallimento, lo è perché sin dal 2009 non si è mai riusciti a riformarla totalmente ,dalle radici, tant’è che mentre non c’è traccia della costruzione dei nuovi ospedali anche se da anni anche finanziati, viceversa, ancora si sconosce quella che interessa la trasformazione di ben 18 piccoli presidi ospedalieri ,in Poli sanitari territoriali , da consentire, in tal modo, anche di procedere ad una impostazione di una rete ospedaliera regionale, da poter dare un giustificato risalto alle Alte Specialità. Per cui ,solo il richiesto, più volte sollecitato azzeramento del disavanzo, potrà consentire, con l’aggiornamento di un sistema sanitario regionale, anche rafforzare la premessa essenziale sostanzialmente finalizzata alla chiusura del Piano di rientro. Pertanto, all’eliminazione dei commissari ,ripetutamente richiesta ,occorre procedere alla loro sostituzione con dei manager di grande capacità, competenza ed esperienza ,ai quali, però, non dovrà assolutamente mancare il determinante apporto dei competenti ministeri , (Salute ed Economia) dal momento che l’art.32 della Costituzione dà diritto a tutti i cittadini di aver tutelata la Salute a cominciare dai Livelli Essenziali di Assistenza. Per cui la gestione della Sanità non potrà ancora restare condizionata dal Piano di rientro, a cui, viceversa, lo sono sempre stati gli stessi Commissari. L’aver superato la crisi dei vaccini con il notevole apporto fornito dai Medici di Base ,sta a confermare che quando c’è buon a volontà anche la Calabria è in gradi di misurarsi con la realtà ! Difatti, la sola guerra contro i commissari a cosa potrà valere senza poi ottenere l’azzeramento del disavanzo ?

LA LEGA SULLA SANITA’ IN CALABRIA E’ USCITA ALLO SCOPERTO !