LA RIORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA SANITARIO DEVE PASSARE DA UNA GESTIONE SEPARATA TRA LA RETE OSPEDALI

Se è stata approvata dal nuovo Consiglio regionale la “fusione” in Azienda Unica tra il Policlinico Universitario e la “Pugliese- Ciaccio”ciò dimostra che anche in tale settore è possibile avviare una stagione di riforme. Pertanto, se si è ottenuto il consenso da parte dall’organo esecutivo su tale integrazione, di cui se ne sta parlando da un decennio, con l’approvazione di una legge, sia pure riveduta e corretta rispetto alla precedente, sarebbe ora il caso che, partendo da tale base, venga posta anche in discussione ,per poter rendere davvero efficiente il sistema organizzativo delle Aziende Sanitarie, staccare dalle stesse anche gli ospedali perché solo in tal modo sarà possibile con la riorganizzazione di tale sistema anche una gestione separata sia della rete territoriale che della ospedaliera. Difatti, poiché tra la rete socio-sanitaria territoriale e la ospedaliera, al momento, si è solo accentuata la corsa ai “Pronto-Soccorso” con un sovraccarico di vari codici agli sportelli degli uffici per prenotazioni di visite specialistiche ed esami diagnostici, a tal punto sarebbe opportuno staccare la spina dalle Aziende sanitarie degli ospedali da poter assicurare all’utenza sia il diritto alla tutela della salute imposto dall’art.32 della Costituzione, che dare la possibilità di tenere sotto controllo anche i relativi bilanci ,assegnando alle Aziende, solo la riorganizzazione dei Poli sanitari.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario