LA STORIA DI DUE EDIFICI, COSTRUITI SULLA STESSA AREA DEL “CAMPUS” NON ANCORA UTILIZZATI

Ecco la “storia “ di due Edifici, che costruiti sulla stessa area del “Campus”, per cui, già da anni, avrebbero dovuto ospitare con le Unità Operative, anche le sale operatorie , solo dopo il raggiungimento di un’intesa tra la stessa Università ed “suo” Policlinico, s’è reso possibile utilizzare due Edifici che pur essendo stati realizzati sulla stessa area del “Campus” , con all’interno più piani, non venivano ancora resi disponibili da consentire alla stessa Facoltà di Medicina, pertanto alla Università “Magna Grecia” di dare anche una realistica svolta alla sua presenza sul pianeta del Mondo Accademico. Pertanto,trattasi di una storia il cui ultimo capitolo s’è riuscito finalmente a chiudere,in maniera incisiva,dopo la recente presa d’atto del Commissario Straordinario del Policlinico universitario, Zuccatelli da poter dare anche una svolta da incentrare tutte le Eccellenze”. Per cui, con una Università carica di tanti problemi, se non ci fosse stata la presa d’atto di Zuccatelli, ancora le porte dei due edifici sarebbero rimaste chiuse, nonostante le crescenti difficoltà alle quali andavano quotidianamente incontro con le Unità Operative anche le sale operatorie. Pertanto anche la stessa conduzione della Università,sino ad un recente passato non ha certo favorito l’integrazione tra l’Ateneo ed il Mondo Accademico. Il solo fatto che, pur in carenza di spazi, ancora non venivano utilizzati due edifici, con più piani, pur figurando allineati alla stessa Università, pertanto al suo Policlinico, ciò sta, purtroppo, a confermare che ,almeno sino ad un recente passato, chi aveva la possibilità di decidere non solo sul futuro quanto sullo stesso presente della Facoltà di Medicina ha operato in maniera opposta, da danneggiare la stessa immagine della Università. Per cui sino al recente passato, s’è addirittura assistito allo smantellamento del Polo oncologico ,del quale sono rimaste solo poche tracce di cui se ancora resistono lo si deve a quanti ,con i professori Tassone e Tagliaferri ,fanno di tutto per non far disperdere l’eredità lasciata alla stessa Università dal prof. Salvatore Venuta a cui si deve ,con la nascita,anche la crescita della Università- Al cambio di passo, rispetto al passato, sin dal suo insediamento, da Rettore ,s’è posto di impegno il prof. De Sarro a cui si deve anche il riutilizzo di due edifici, da rafforzare in tal modo, con il patrimonio culturale e di ricerca, anche l’immagine della Università!

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario