LE VICENDE DELLA SANITÀ SONO SERIE ! PERTANTO VA AFFIDATA A DEI COMPETENTI

Per quanto riguarda la Sanità calabrese, presumiamo che il primo ad avere le idee chiare ,da trasformare le visite, con le enunciazioni, in fatti concreti deve essere Speranza, Ministro della Sanità, da dare davvero un segnale di… speranza ai calabresi. Pertanto, lo stesso dovrà rendersi conto che con ben 11 anni già lasciati alle spalle di Piano di rientro ,con una conduzione a dir poco fallimentare ,almeno sino al recente passato, della gestione commissariale, occorre prima cancellare il disavanzo, poi affidare a dei competenti in programmazione sanitaria il compito di far risalire dal fondo anche gli stessi Livello Essenziali di Assistenza. Difatti, dopo tante scelte sbagliate, il Governo non ha mai chiamato a raccolta i “cervelli” migliori che sono in casa, in Calabria, per poter finalmente scrivere una diversa storia, con particolare attenzione alla impostazione della stessa rete dell’emergenza. Partendo, dopo tante scelte sbagliate, da tale situazione, occorre pensare, per un solo attimo, che tale inefficienza è da ritenere anche raffigurata dagli undici anni di gestioni commissariali, sino a negare a tutti i calabresi il diritto di aver garantito il rispetto della Salute, con una Sanità efficiente ,specie in tempi di epidemia. Pertanto, in Calabria, tra la paura di contagio dal virus e ed il Decreto “Calabria” ancora in pista la Regione, purtroppo, ha toccato il fondo in modo…contagioso!”.

LE VICENDE DELLA SANITÀ SONO SERIE ! PERTANTO VA AFFIDATA A DEI COMPETENTI