PER ZUCCATELLI, COMMISSARIO DELLA “MATER DOMINI” E “PUGLIESE-CIACCIO” COL IL PIANO PER METTERE IN SI

Anche se l’emergenza sanitaria provocata dal “Coronavirus” non s’è completamente attutita ,in quanto continua a restare una dei maggiori problemi della Salute, al momento il maxi-Piano da 20 miliardi offrirà la possibilità di mettere realmente in sicurezza ,con il Servizio Sanitario Nazionale,anche le stesse diramazioni su scala regionale. “E’ un Piano ad ampio raggio- ha tenuto a sottolineare Giuseppe Zuccatelli , Commissario straordinario delle Aziende ospedaliere “Mater Domini”e “Pugliese-Ciaccio –col quale si è inteso,una volta per tutte, mettere in sicurezza con il Servizio Sanitario Nazionale anche quello che interessa specificatamente tutte le Regioni. “ “Trattasi di un Piano che poggiando su due piedi, interessa con il potenziamento della rete ospedaliera anche quella sanitaria territoriale. Una iniezione straordinaria di risorse che riguarda più interventi: dalla rete Anti- Covid ,con il potenziamento del letti in terapia intensiva al riordino della rete ospedaliera ,con particolare riferimento al territorio. “ “In tale Piano –per Zuccatelli – emerge una novità, costituita dal potenziamento dell’assistenza domiciliare,con assunzione di 9.600 infermieri di “famiglia” che lavoreranno sul territorio per garantire le cure a casa, non in ospedale,anche se il reale fabbisogno è di almeno 30 mila infermieri di famiglia” “Nel Piano s’è fatto anche esplicito riferimento sia all’edilizia ospedaliera che alle residenze sanitarie da mettere in sicurezza anche a livello sismico. “ Alla nostra domanda sulle assunzioni di medici,infermieri e di altro personale sia ospedaliero attenendosi al contenuto del decreto legge n.34 del 19 maggio recente “misure urgenti in materia di Salute connesse all’emergenza epidemiologica dal Covis 19 il Commissario Zuccatelli ha confermato l’assunzione avvenuta di circa 200 tra medici,infermieri tecnici,ostetriche,Dirigenti Medici e Sanitari mentre per altri 18 Dirigenti è stata concessa la proroga fino all’espletamento dei concorsi . Sulla stabilizzazione dei “precari” il Commissario Zuccatelli ha tenuto a precisare che gli è stato consentito solo quella dei 36 infermieri che avevano maturato i requisiti di legge al 31 dicembre 2019 ed altri 70 assunti in quanto attinti dalla graduatoria concorsuale ancora attiva in tale Azienda Ospedaliera.”

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario