UN “PRONTO SOCCORSO” DI PRIMO LIVELLO CON IL POTENZIAMENTO SIA DELLA RIANIMAZIONE CHE LA CHIRURGIA

Dopo la decisione della Consulta ,di cui abbiamo fatto ampio riferimento nella stessa pagina, con la quale ha bocciato ,per illegittimità costituzionale, la legge regionale ,che prevedeva la “fusione” tra le Aziende ospedaliere “Pugliese- Ciaccio” e la Universitaria “Mater Domini” ora occorre che il Policlinico universitario raggiunga anche obiettivi importanti quali, ad esempio, la creazione di un ” Pronto Soccorso” di I Livello, ed il potenziamento della Rianimazione e della Chirurgia. Pertanto, in tale ottica, va anche inserita la riorganizzazione complessiva del Policlinico, di dimensione strutturale, con una adeguata razionalizzazione degli spazi. Difatti, nel corpo D, che è uno dei più importanti, è stata prevista la realizzazione di cinque nuove sale operatorie ,.con una distribuzione omogenea raffigurati da due pilastri come lo sono la Rianimazione e la Chirurgia. Pertanto,solo in tal modo,sarà possibile,con un’adeguata ripartizione degli spazi, anche aumentare gli interventi nelle nuove sale operatorie. Dopo la decisione della Consulta .il Policlinico universitario avrà la possibilità di poter contare su di un Dipartimento di Emergenza Urgenza ed Accettazione di Primo Livello , tenendo anche presente delle singole specialità, con percorsi essenziali finalizzati alla didattica e ricerca ed alle Scuole di Specializzazione. Difatti, sia per il Commissario straordinario dell’Azienda “Mater Domini” che per il Rettore della Università “Magna Grecia” De Sarro l’obiettivo programmatico resta quello di offrire una Sanità di qualità a vantaggio dell’intero territorio regionale.

UN “PRONTO SOCCORSO” DI PRIMO LIVELLO CON IL POTENZIAMENTO SIA DELLA RIANIMAZIONE CHE LA CHIRURGIA