UN NUOVO ALLARME È STATO LANCIATO DAGLI ANESTESISTI-RIANIMATORI SULLE TERAPIE INTENSIVE

Poiché è la Salute dei calabresi che è in gioco, è bene che la Politica faccia al più presto la sua parte dal momento che a lanciare un nuovo allarme, a livello nazionale, questa volta sono gli anestesisti-rianimatori di tutte le Regioni in quanto la risalita dei contagi mette in serio rischio anche la stessa soglia massima del 30% di posti letto dedicati a pazienti covid. Pertanto, in una situazione del genere, se malauguratamente si dovesse rischiare la saturazione di posti-letto, purtroppo, in breve tempo, se il trend dei contagi non cambierà, essendo i posti letto scesi da 2,5 ad 1,6 a turare tale falla non bastano solo gli anestesisti-rianimatori. Difatti, a lanciare l’allarme su scala nazionale è il Presidente dell’Associazione anestesisti e rianimatori ospedalieri in quanto ritiene che la situazione d’allerta interessa ogni Regione. Per esplicita ammissione del Ministro della Salute,Speranza,sino a qualche giorno prima del decesso, Jole Santelli aveva lavorato con l’accennato Ministro, sulle misure da adottare per difendere la Calabria dal Covid-19. Pertanto,a preoccuparsi di tale situazione dovrà essere ora il dottor. Bevere , Direttore del Dipartimento Tutela della Salute, mettendo, in tal modo, a frutto la sua capacità ed esperienza professionale da evitare il rischio di una pericolosa saturazione di posti-letto ,al momento passati dal 2,5 all’1,6. Con l’allarme in corsia a causa del virus che torna, purtroppo, a far paura anche tra gli operatori sanitari e con medici ed infermieri che già nella prima fase della pandemia che pur avendo incontrato difficoltà hanno egualmente continuato a lavorare con dedizione non v’è dubbio che , ad avvenuto scioglimento del Consiglio regionale, anche lo stesso diritto dei calabresi di aver tutelata la Salute sia sul piano sia istituzionale che costituzionale, va tutelato sia da Cotticelli, Commissario alla Sanità per la conduzione del Piano di rientro che da Bevere, Direttore anche dal Dipartimento Tutela della Salute in quanto ,ad avvenuto scioglimento del Consiglio, pertanto dello stesso Esecutivo, restano entrambi ,impegnati ad individuare le soluzioni ai tanti problemi. Pertanto, sia Cotticelli che Bevere, rappresentando entrambi lo stesso Stato,dovranno sentirsi maggiormente impegnati a tutelare l’accennato diritto dei cittadini di aver tutelata la Salute. Difatti,mentre da un lato occorre affrontare l’emergenza ,dall’altro ,viceversa,c’è la necessità di creare una fitta rete sull’intero territorio,dentro la quale,per evitare di dovere convivere con il virus, occorre anche potenziare quella che interessa specificamente i posti letto in terapie intensive.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario