È LA SANITÀ DEL TERRITORIO CHE OCCORRE RECUPERARE CON UN PIANO OPERATIVO DI RETE ASSISTENZIALE

Per evitare che il peso maggiore finisca sugli ospedali,con particolare riferimento ai “Pronto Soccorso” è necessario rimodulare il sistema territoriale non solo sulla carta, ma,con un piano operativo efficace ed efficiente ,con il diretto coinvolgimento dei Medici di Base. Pertanto ,occorre un Piano per aggregazioni Funzionali Territoriali e Unità Complesse per Cure Primarie già in cantiere da otto anni con la Legge Balduzzi successivamente istituite nel 2019 con contratto integrativo aziendale firmati anche dai sindacati del Medici di Base mai viste decollate. Considerata, però, l’urgenza sarebbe opportuno procedere a tale avvio. Pertanto, l’obiettivo dovrebbe essere quello di rendere più efficiente il sistema di cure di primo livello sull’intero territorio. Con tale “recupero”, seguendo un appropriato sistema di rete, avrebbe agevolato anche il lavoro ai Medici di Base.


CON L’EMERGENZA COVID OCCORRE ALLARGARE L’AREA PER LA CURA DELLE MALATTIVE INFETTIVE ANCHE NELL’OSPEDALE DI LAMEZIA TERME


Un accorato appello è stato rivolto al Commissario alla Sanità Longo ed ai vertici dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro perché si mettano in atto, nel più breve tempo possibile, alcune azioni fondamentali a tutela della Salute della popolazione del vasto hinterland del lametino ,a cominciare col riaprire nell’ospedale “Giovanni Paolo II” il reparto di Malattie Infettive e microbiologia, per poi procedere, successivamente, alla realizzazione di un Centro Covid regionale per la riabilitazione dei pazienti guariti o in via di guarigione da poter, in tal modo, potenziare le USCA sul vasto territorio del comprensorio da poter poi sviluppare anche un’adeguata attività di tracciamento per curare a casa i pazienti che non necessitano di ricovero in ospedale- Pertanto, anche se territorio regionale, fino a metà febbraio, non si sono riscontrate tracce di diffusione delle cosiddette varianti , ciò però, non può fare dormire sogni tranquilli dal momento che il virus è, purtroppo, ancora in…casa. Comunque, gli accennati interventi già rientrano nelle competenze che Longo, da Commissario ad acta ha già assegnato all’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro che restano finalizzate all’attuazione del Piano di riorganizzazione dell’offerta ospedaliera per l’emergenza epidemiologica Covid, anche in deroga alle normative nazionali e regionali vigenti, fino alle fine dello stato d’emergenza. Per cui solo saltando pastoie burocratiche, con le potenzialità logistiche e funzionali esistenti, sarà possibile utilizzare tale struttura già pronta e separata dallo stesso ospedale.


Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario