IL GOVERNO HA CONFERMATO QUANTO DENUNCIATO DAL DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE SULLA MOBILITÀ PASSIVA PAGATA DALLA REGIONE CALABRIA ANCHE PER ASSISTITI DI ALTRI TERRITORI

August 7, 2019

 

La Regione Calabria ha pagato, con le proprie risorse, anche prestazioni fornire a residenti di altre Regioni. A riconoscere tale situazione, che ha causato un danno alla Sanità pubblica calabrese di diverse decine di milioni, è stato lo stesso sottosegretario alla Salute Armando Bertolazzi.

Difatti, non appena ha avuto la possibilità di acquisire il carteggio da parte del Commissario alla Sanità ha ammesso che dagli anni 2018 e precedenti, a causa dell’assenza di controlli da parte della Regione sulla mobilità passiva ha visto accrescere lo stesso disavanzo, da determinare, in tal modo, addebiti verosimilmente inappropriati, quantificati in circa 50 milioni di euro per ciascuna annualità. 

Pertanto, la Calabria, nel corso dei precedenti anni, ha ottenuto dal fondo nazionale sanitario un finanziamento inferiore o quanto occorreva da poter garantire il rispetto dell’equilibrio economico in regime di commissariamento a causa del Piano di rientro.

La Regione ha già posto, con il delegato alla Sanità della Regione Calabria, Pacenza,  tale questione sul Tavolo della Conferenza Stato-Regioni da ottenere al momento un  primo risultato (sia pure in misura minore rispetto a quanto avrebbe meritato!) nell’ultima ripartizione del Fondo Sanitario Nazionale, con un abbattimento del conguaglio, in riferimento alla mobilità passiva 2014 pari ad 8 milioni di euro, a parziale riconoscimento degli addebiti non dovuti pari a circa 22 milioni di euro per l’anno 2019.

Ora occorre che sia il Commissario Cotticelli che il  Direttore del Dipartimento Tutela della Salute Belcastro, dopo aver analizzato i dati relativi alla mobilità passiva anche per gli anni antecedenti al 2017 riescano anche a documentare al Tavolo “Adduce” gli addebiti fatti alla Regione Calabria di somme non dovute da poter consentire, alla Conferenza Stato-Regioni di intraprendere ulteriori misure nei confronti delle Regioni che hanno tratto vantaggi da tale situazione da poter poi far recuperare alla Regione Calabria le somme non dovute.

Please reload

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario