RESTANO ANCORA DISATTESE LE LINEE DI INDIRIZZO PER LA RICOLLOCAZIONE E LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DEL COMPARTO SANITARIO PREVISTE DAL PIANO DI RIENTRO

September 4, 2019

Uno dei primi provvedimenti adottati, in un ormai lontano passato, dalla struttura commissariale, assunto a seguito della riorganizzazione delle strutture del Servizio Sanitario Regionale, previsto dal Piano di rientro dei disavanzi sanitari interessava l’attuazione delle linee di indirizzo, con la ricollocazione e la mobilità del personale del Comparto Sanitario Regionale.

Difatti, a tale risultato si era pervenuto dopo un confronto a livello regionale, avuto con le stesse organizzazioni sindacali del personale del Comparto Sanitario.

Pertanto, tali linee di indirizzo avrebbero dovuto seguire la traccia  di quanto, tra l’altro, previsto dall’art.3 –comma 3 del 31 luglio 2009 che “in caso di ristrutturazione, su dimensione regionale o sovra aziendale, i criteri circa la mobilità del personale interessato, nel rispetto della categoria ,profilo professionale, disciplina, ove prevista, la posizione economica di appartenenza del dipendente, possono essere affrontate, in sede di confronto regionale, ai sensi dell’art.7 del CCNL 19 aprile2004.”

A conferma di tanto venne anche stilato un documento, col quale si tenne a ribadire che con tali linee di indirizzo sarebbe stato possibile “rendere uniforme, a livello regionale, la disciplina riguardante le procedure di ricollocazione e mobilità del personale del comparto, a seguito dei processi di ristrutturazione e di riordino della rete dei presidi per come previsto dallo stesso Piano di rientro dai disavanzi sanitari”.

Difatti, come accennato, tale documento, controfirmato dalle Organizzazioni Sindacali del personale sanitario venne concordato anche a seguito di un eventuale blocco del turnover - 

Pertanto, per turare le falle apertesi sul pianeta dalla rete ospedaliera ,con il perdurante blocco del turnover che vieta assunzione di personale sanitario da parte delle Aziende che fanno riferimento al Servizio Sanitario Regionale, tali linee di indirizzo finalizzate alla  ricollocazione ed alla mobilità di personale, soprattutto là dove se ne sente la necessità, se attuate  consentirebbero, con l’accennata mobilità, anche di superare  le attuali difficoltà che riguardano soprattutto i “Pronto Soccorso”, la Medicina e Chirurgia d’Urgenza e le sale operatorie.

Poiché tale mobilità del personale è stata prevista anche dal Piano di rientro dei disavanzi sanitari, ad attuare tali Linee di indirizzo il compito spetta, sul piano istituzionale, sia alla struttura commissariale che al Dipartimento Tutela della Salute dal momento che, con il blocco del turnover, sussiste la necessità di tale mobilità.

 

 

Please reload

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario