OCCORRE AVVIARE, IN CONCRETO, IL “PIANO” DELLA COSTRUZIONE DEI NUOVI OSPEDALI CHE RIENTRAVANO SIA NE

Il “Piano”, che ha interessato, da oltre un decennio, la costruzione, in Calabria, dei nuovi ospedali inseriti sia nel primo che nel secondo “Patto per la Calabria”, per un importo di oltre 700 milioni di euro, con interventi che avrebbero dovuto costituire l’aggiornamento dell’Accordo di Programma finalizzato all’edilizia ospedaliera ancora non è decollato a causa di una complessità di problemi tuttora rimasti sul tappeto perché irrisolti.

Pertanto, tra le tante emergenze (compresa l’ultima costituita dal “Coronavirus”) che continuano,purtroppo,ad affliggere la sanità calabrese figura anche quella che riguarda le infrastrutture.

Per cui, questa volta dovrà essere il nuovo esecutivo, costituito di recente, ad affrontare tale problema ,da evitare ulteriori slittamenti, per rimuovere le cause e le concause che, sino ad ora, hanno anche impedito di avere un quadro preciso di riferimento sulla tempistica finalizzata a tale attuazione, trattandosi di opere di primaria necessità e come tali destinatarie ,già da un decennio, di un massiccio finanziamento.

L’ultima traccia di un “Piano ospedali” risale all’aprile dello scorso anno, presentato alla “Cittadella” dal precedente delegato regionale alla Sanità Franco Pacenza, con un programma regionale che restava finalizzato sulla costruzione di tali nuovi ospedali, che avrebbe dovuto costituire anche l’aggiornamento dell’Accordo di Programma di edilizia sanitaria deliberato dalla Giunta Regionale nel mese di aprile dello scorso anno. Si trattava di interventi con un investo globale di poco più di 700 milioni di euro.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario