TRA LE LACUNE POLITICO ISTITUZIONALI IN TEMA DI SANITÁ FIGURA ANCHE IL MANCATO RIASSETTO DELLE RETI


Ora che il “coronavirus” ,almeno in Calabria, è stato tenuto a distanza ,con il determinante apporto dei cittadini,i quali, osservando le disposizioni impartite dal Governo ad evitare di restare contagiati da tale “virus” occorre sciogliere anche i nodi della Sanità, tra cui il più importante, resta quello di dare anche un assetto con un aggiornato Piano Sanitario Regionale, anche alla stessa politica assistenziale, ponendo su due diversi immaginari piatti sia la rete ospedaliera che quella territoriale.

Difatti, solo in tal modo, sarà possibile avere un quadro preciso della reale situazione che interessa, con la riorganizzazione di tale sistema, anche di avviare almeno una “bozza” di Piano sanitario.

Pertanto, si tratta di una realtà, quella attinente al Piano, che consenta anche una programmazione ospedaliera tenendo conto dell’esistente, in attesa che si possa davvero contare sulla costruzione di nuovi ospedali di cui abbiamo già fatto riferimento in altra pagina.

Per cui, tra le Commissioni da istituire, resta quella chiamata ad occuparsi di problemi di Salute.

Occorre, quindi, un aggiornato schema di Piano sanitario regionale che possa incrociarsi con la realtà ,da avere, questa volta, anche la certezza che possa varcare la porta del Consiglio Regionale, dopo aver ottenuto l’ok da parte dell’esecutivo.

Pertanto, con tale Piano Sanitario ,non solo dovrà figurare la rete sia ospedaliera che territoriale,quanto anche l’articolazione dei posti letto per area geografica per poter definire anche il fabbisogno di medici,infermieri ed operatori socio-sanitari.

Difatti,tale Piano dovrà anche contenere la proposta di articolazione delle strutture organizzative.

Dal momento che è stata operata la scelta del Reparto Malattie Infettive dell’ospedale “Pugliese” quale punto centrale di riferimento per i contagiati dal “Coronavirus”, c’è anche la necessità che non sia solo l’unico Reparto, che al momento, sia chiamato ad assolvere tale ruolo, ma che ci si preoccupi anche di valutare anche altre soluzioni, da operare anche un distinguo tra le Malattie Infettive.

Comunque, per non confondere le idee, al momento il nodo da sciogliere resta quello di formare l’architrave da poggiare saldamente il nuovo Piano sanitario regionale !

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario