LA CALABRIA HA REAGITO NELLA LOTTA AL COVID-19 RIUSCENDO ANCHE A FRONTEGGIARLO UTILIZZANDO I REPARTI

Questa volta, la Sanità calabrese è riuscita a fronteggiare il Covid -19 sia fuori che dentro gli ospedali utilizzando i reparti “cardine” di tali presidi costituiti dalle Malattie Infettive e dalla Rianimazione.

Difatti, per arginare tale imprevista emergenza, si sono sentiti impegnati medici, infermieri ed operatori socio-sanitari mettendo a frutto, con l’esperienza maturata in tali reparti, anche lo spirito di sacrifico oltre che di solidarietà che hanno consentito di affrontare la situazione a tutela di tutti.

In alcuni ospedali, quale ad esempio, quello di Cosenza, è stato fatto entrare nel protocollo di sperimentazione, il Tocilizumab, utilizzato per l’artrite reumatoide, già sfruttato con risultati positivi, a Wuhan.

Il Primario del Reparto di Malattie Infettive del citato ospedale dottor Antonio Mastroianni s’è subito messo a contatto con l’equipe del prof. Paolo Ascierto del “Cotugno” di Napoli, che è stato il primo,in Italia,a dare il via alla sperimentazione. Difatti, tale farmaco ha già fornito, sin dalla fine dello scorso mese di marzo, dei risultati incoraggianti, soprattutto nei pazienti con insufficienza respiratoria acuta di grado moderato.

In alcuni ospedali, s’è reso necessario anche aumentare il numero di posti letto nei reparti sia di Pneumologia che di Ematologia, per contrastare il “Coronavirus”. È stata una spinta che ha poi consentito di fronteggiare al meglio la situazione.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario