LA CARDIOCHIRURGIA UNIVERSITARIA VERRA’ POTENZIATA UTILIZZANDO ANCHE UN REPARTO DI TERAPIA INTENSIV

La Cardiochirurgia universitaria del Policlinico, da anni inserita nel circuito regionale delle urgenze-urgenze, con h24 e 365 giorni all’anno anche durante il periodo più critico del Coronavirus, a differenza di molti altri centri cardio- chirurgici italiani, ha mantenuto immutato lo star lavorativo.

Pertanto, ha garantito una continuità di cure per pazienti critici non Covid.

La stessa Cardiochirurgia universitaria ha anche avviato un Protocollo di Intesa con l’Azienda Ospedaliera “Pugliese- Ciaccio” per prestazioni Cardiochirurgiche sia in urgenza che ordinarie che si va ad aggiungere alla convenzione già in atto con l’Azienda del’ospedale di Cosenza.

Per cui, il prof. Pasquale Mastrobernardo, Direttore della Cardiochirurgia universitaria, ha chiesto “ufficialmente” al Rettore dell’Ateneo prof. De Sarro, la possibilità di incrementare il numero degli interventi annui a tuytto vantaggio sia per l’utenza che per l’Azienda, in termini di produttività.

Per il prof. Mastrobernardo ,poiché nel Policlinico universitario esiste un Reparto di Terapia Intensiva inutilizzato .sarebbe il caso di assegnare tale Reparto alla Cardiochirurgia universitaria da consentire alla stessa di disporre maggiore spazio per ciò che concerne la Terapia Intensiva che tra l’altro dispone anche di 4 posti letto ,in piena efficienza mai utilizzata che, al momento,costituisce solo ..l’eredità lasciata dalla “Fondazione Campanella”.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario