ALLA COMMISSIONE REGIONALE CHIAMATA AD OCCUPARSI DI SANITÀ PRESIEDUTA DAL CONSIGLIERE ESPOSITO SPETT



In attesa della costruzione dei nuovi ospedali, dei quali, anche a distanza di circa un decennio, continuano solo a figurare ancora gli anni che occorrerebbero per la loro realizzazione, sarebbe opportuno che la costituita Commissione Regionale della Sanità, presieduta dal consigliere Teobaldo Esposito fosse investita anche dell’incarico di fare chiarezza su come si intende procedere alla rielaborazione del nuovo Piano Sanitario Regionale, di cui l’ultima traccia di riferimento risale agli anni in cui Assessore alla Sanità era Doris Lo Moro.

Una “bozza” di Piano con un preciso “modulo” di riferimento, con una grande rete ospedaliera, adeguatamente ristrutturata e potenziata di alto contenuto tecnologico.

Pertanto, se a tal proposito, si intende voltar pagina, da consentire al Pianeta Salute di disporre realmente una organizzazione sanitaria capace di modificare radicalmente anche alcune incancrenite situazioni ,questa volta la nuova Commissione regionale alla Sanità dovrà davvero dare esempio di concretezza e senso realistico alla politica sanitaria da dare anche una svolta al passato.

Difatti, un aggiornato, coerente Piano Sanitario, consentirebbe alle Aziende sia ospedaliere che sanitarie di attuare, sul piano operativo, anche gli stessi Atti Aziendali, dai quali ricavare anche le reali necessità di personale sanitario.

Pertanto, con un Piano Sanitario riveduto e corretto, da investire anche tutte le Unità Operative ospedaliere, diverrebbe possibile anche individuare sollecitamente i punti deboli del sistema, da procedere anche al potenziamento della cerniera sia radiologica che tecnologica, come la Tac e la Risonanza Magnetica, delle quali c’è già traccia di rinnovamento.

Con tale Piano verrebbe data la possibilità anche ai Commissari straordinari delle Aziende sia Ospedaliere che Sanitarie, di verificare anche ciò che realmente esiste sul territorio, dal momento che è dalle strutture periferiche che va a gravare il peso sulle stesse Liste di Attesa oltre che sui “Pronto Soccorso”.

Difatti ,solo cambiando mentalità, sarà possibile voltare pagina a vantaggio della Salute !

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario