E’ POSSIBILE CHE I CONTI MIGLIORANO SOLO CON L’AUMENTO DELLE ALIQUOTE IRAP ED IRPEF ?


Lo scorso anno il passivo s’era contratto a 57 milioni 300 mila euro in quanto lo si ricollocò all’altro aumento delle aliquote Irap ed addizionale Irpef a carico del contribuenti calabrese.

Pertanto,venne imposto alla Regione Calabria il divieto di effettuare spese non obbligatorie ,a carico del bilancio fino al 31 dicembre 2021.

Difatti, i conti migliorano solo ogni qualvolta vengono aumentate le varie aliquote, a carico dei cittadini!

Pertanto, poiché il disavanzo risale al passato, i commissari non potranno mai avere la possibilità di modificare l’attuale situazione.

Ecco perché c’è necessità di verificare il reale costo della migrazione sanitaria ,da ottenere anche certezza sull’attuale disavanzo da sottrarre allo stesso anche quello che andava,viceversa, addebitato ad altre Regioni.

Per cui, attuando lo “scippo”della spesa storica, nella ripartizione , Regione per Regione, degli investimenti pubblici in Sanità, in ordine pro-capite, purtroppo, lo squilibrio continua ancora a danneggiare la Sanità calabrese, anche se il Ministro della Sanità ha recentemente ammesso che nella nostra Regione anche gli stessi Livelli Essenziali di Assistenza non reggono il passo con quelli delle altre Regioni.

Difatti, per curarsi, in Calabria , resta un problema, perché, purtroppo, allo scenario della “spesa storica”continua a crescere la spesa migratoria.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario