AGGIORNATA LA TEMPISTICA VACCINALE. PER I GUARITI DAL COVID 19 UNICA DOSE ENTRO 12 MESI

Unica dose di vaccino anti-covid per i soggetti che hanno contratto l’infezione da SARSCoOV2 va iniettata entro 6-12 mesi dalla guarigione. L’estensione dei tempi annunciata dal sottosegretario alla Sanità Costa è diventata ufficiale con la circolare firmata dal Direttore della Prevenzione anti-Covid Gianni Rezza con la quale è stata anche aggiornata la tempistica vaccinale per i soggetti guariti da tale infezione. L’aggiornamento indicato sulle vaccinazioni vale sia per chi ha avuto una malattia sia sintomatica che asintomatica. Resta comunque valida la raccomandazione di proseguire con la schedula vaccinale completa da proseguire. Per i ricercatori “la scelta, quella di prolungare i tempi vaccinali per i guariti, dal punto di vista scientifico ha anche senso.” Difatti, sino ad oggi, erano molti i dubbi nella popolazione. Dal “fronte” degli ospedali persiste una forte preoccupazione in quanto essendo stati i sanitari ospedalieri ad essere sottoposti a vaccino quanto prima a loro scadrà la copertura. Per cui saranno i primi ad essere esposti a rischio contagi. In sostanza si è davanti ad un problema di carattere burocratico ed ad un questione di natura strettamente sanitaria. Quindi la piattaforma del sistema sanitario non riconosceva l’unica dose come ciclo completo ma classificava in automatico quella vaccinazione come incompleta.