CACCIA AI CONGELATORI DEI VACCINI ! IL “PUGLIESE” NE ACQUISTERÀ TRE


Coraggio ! Non ha importanza se in questo Natale la messa di mezzanotte anche dal Papa verrà anticipata di diverse ore da consentire il rientro dei fedeli in casa non oltre le ore 22.

Ma in ogni casa certamente non mancherà con il Presepe anche un albero pieno di luci, perché, dopo tutto, anche con il Covid 19 il Natale sarà ancora Natale.

Per cui , quest’anno, sotto l ‘albero sarà anche possibile trovare la soluzione che consenta di sconfiggere il virus- Difatti, anche in Calabria , ci si sta attrezzando per l’acquisto di congelatori, da utilizzare per la conservazione, ad adeguata temperatura, dei vaccini, la cui distribuzione (ci si augura al più presto!)avverrà da parte della Protezione Civile.

Pertanto, l’Ospedale “Pugliese” di Catanzaro ,poiché sarà un punto di riferimento per la Calabria Centrale, per la distribuzione del vaccino ha già avviato la gara per l’acquisto di tre ultra-congelatori da 800 litri ciascuno, come da richiesta da parte del dottor Antonio Belcastro, Dirigente dell’Azienda ospedaliera in qualità di soggetto attuatore. Anche l’Azienda Ospedaliera- Universitaria “Mater Domini” di Catanzaro acquisterà un congelatore da 700 litri. Trattasi di congelatori in grado di garantire sia lo stoccaggio che la conservazione dei vaccini ad una temperatura di meno 80 gradi, che sono più potenti di quelli standard-

Presumiamo che anche in altre Aziende ospedaliere, che interessano diverse aree riferimento territoriale, siano state autorizzate ad attivarsi da avviare la procedure per procedere all’acquisto di tali ultra-congelatori.

Attualmente l’Ospedale “Pugliese” dispone anche di un ultra- congelatore per la Microbiologia nel quale vengono conservati tutti i tamponi finora processati mentre un altro, in ambito immuno-trasfusionale, allocato nella Farmacia viene utilizzato per la conservazione delle sacche di sangue.

Come accennato l’Azienda “Pugliese -Ciaccio” s’ è già attivata per l’acquisto dei tre ultra-congelatori da dislocare due in Farmacia ed il terzo in Microbiologla senza, però, intaccare la conservazione dei tamponi. Pertanto,in prima battuta,la vaccinazione interesserà gli operatori sanitari perché dovrebbero arrivare circa diecimila “pezzi” di vaccino in scatole che,stando alle ultime ipotesi, ne conterrebbero rispettivamente venticinque.

Si attendono dalla Protezione Civile regionale e dalla Regione indicazioni dettagliate in merito allo stoccaggio da garantire, in tal modo, una facile accessibilità all’utilizzo pur trattandosi di operatori sanitari. Al momento, si conosce solo che il vaccino Pfizer dovrebbe arrivare in Italia, a fine gennaio da 3 a 4 milioni di dose. Quando, invece, toccherà ad altri vaccini certamente c’è anche la possibilità di ben rodare il meccanismo.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario