ECCO CHI RISCHIA IL CONTAGIO DA APRIRE LA STRADA A NUOVE TERAPIE

Per i virologi il rischio di contagio è scritto nel DNA. C’è, ad esempio chi non è mai risultato positivo pur convivendo con un malato di Covid ; c’è chi viene contagiato e sviluppa solo un normale raffreddore; c’è chi si trascina sintomi invalidanti per mesi o finisce addirittura in terapia intensiva in bilico tra la vita e la morte. La ragione di questa estrema variabilità nella reazione individuale al virus Sars Covid 19 è scritta ,almeno in parte, nel nostro Dna che aumentano la suscettibilità sia all’infezione che al rischio di sviluppare forme gravi di malattia Uno studio,mai realizzato su Covid 19. Ciò è scaturito da un max. studio genetico, condotto su scala mondiale, il più grande mai realizzato su Covid, basato sui dati di quasi 50 mila presenze positive al virus e 2 milioni di soggetti sani di controllo. Sono,pertanto,dei risultati che potranno aprire la strada a nuove terapie che sono frutto della rete globale di oltre 3 mila ricercatori di 25 Paesi creata nel marzo 2020 dall’italiano Andrea Ganna, ricercatore all’Istituto di Medicina Molecolare della Finlandia che ha dato un importante contributo anche all’Italia. Una collaborazione internazionale sorprendente ,iniziata anche velocemente. Difatti, sin dall’inizio, sono stati resi pubblici i risultati con estensione in maniera globale degli studi effettuati sia sul virus che sulle varianti.