I RISULTATI DELLO STUDIO PRESENTATI AL CONGRESSO DELL’EUROPEAN OF CARDIOLOGY 2020

Con lo studio condotto dalla Divisione di Cardiologia e dal Centro di Ricerche in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare dell’Università “Magna Grecia” di Catanzaro presentato al congresso dell’European Of Cardiology 2020 ,pubblicato da prestigiose riviste, si è potuto anche dimostrare che gli Ecocardiogrammi portatili possono essere utilizzati anche per la diagnosi precoce di infarto.

Difatti, fino ad oggi , lo smartwatch permetteva solo di fare un’autodiagnosi delle aritmie .Cioè delle alterazioni del ritmo cardiaco. Ore è invece,possibile realizzare un elettrocardiogramma a nove derivazioni anche per la diagnosi precoce di infarto mettendo sul petto del paziente ,con una sensibilità che arriva al 94%.t.

Tale nuova funzione, però, potrà essere utilizzata esclusivamente dal medico o dall’infermiere in condizioni di emergenza.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario