IL NUOVO COMMISSARIO DISPORRA’ DI 700 MILIONI DI EURO ED IL SUPPORTO DI 25 ADDETTI


Da “superpoliziotto” a Commissario alla Sanità, Longo ha già ottenuto dal Consiglio dei Ministri la possibilità di utilizzare subito 700 milioni di euro ed uno staff di 25 persone di supporto ed un numero di sub-commissari che dovrebbero favorire la ricostruzione di un sistema sanitario regionale da poter offrire ai calabresi una Sanità normale.

Prioritario dovrà, pertanto, essere il compito che resta quello di dare attuazione al Piano anti - Covid che il suo predecessore aveva dimenticato in un...cassetto.

Comunque, è la prima volta che il Governo ha estratto da un immaginario “cilindro” ben 26 punti che il subentrato Commissario è tenuto a rispettare, tenendo, soprattutto, conto del disavanzo accusato dalla Sanità calabrese ancora prima del commissariamento, sino a raggiungere il tetto di un debito difficile da quantizzare.

Pertanto, se in un decennio di commissariamento della Sanità non è stato possibile estrarre il reale potenziale del disavanzo ,non v’è dubbio che per il subentrato Commissario, mettere un po’ d’ordine nei bilanci delle Aziende ospedaliere e sanitarie sarà un compito davvero difficile poter assicurare a tutti i calabresi il diritto, imposto dall’art.32 della Costituzione, di aver tutelata la propria salute.

Per cui dovrà riuscire ad accelerare anche la costruzione dei tre nuovi ospedali (Sibari, Vibo Valentia e Gioia Tauro di cui, anche dopo circa un decennio di commissariamento, non c’è ancora traccia della posa della prima pietra.

Il primo errore commesso ,dai commissari ,nell’attuazione del Piano di rientro, di cui ora si sentano maggiormente le conseguenze è stato quello di non aver tenuto conto dei 18 ospedali, disseminati sul territorio, alcuni ancora chiusi, pur disponendo di centinaia di posti letto, mentre altri, dismessi da anni, restano tuttora semi -utilizzati ,trattandosi di presidi quasi abbandonati .

Pertanto, ora occorrerà capire come il subentrato commissario potrà utilizzare tali presidi che continuano, purtroppo, ad incidere sul bilancio della Sanità senza alcuna traccia che possa rispecchiare il loro futuro!

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario