L’ ASP DI CROTONE È STATA “INCALZATA” SUL POTENZIAMENTO DEI REPARTI OSPEDALIERI

Il recepimento dell’appello rivolto dai consiglieri del Comune alla Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone di dotare il territorio di una immediata apertura di una Pet che risponda alle crescenti, insoddisfatte esigenze della popolazione rendono attuabile il recepimento della richiesta di potenziamento dei reparti di diabetologia pediatrica e delle Unità Operative Semplici di Diabetologia e Malattie Metaboliche ed al tempo stesso il potenziamento del reparto di Oncologia ed il concreto impegno affinché sia riaperta la Medicina Nucleare perché possa finalmente crearsi il tanto necessario reparto di emodinamica. Tali richieste vengono fatte nel momento in cui, dopo le diverse bocciature, l’Azienda. sta approntando il nuovo Atto Aziendale.

In tale accennato Atto dovrebbero figurare anche una programmazione che guardi al futuro utilizzo del personale infermieristico assunto per fronteggiare l’emergenza-covid; il potenziamento del servizio di consultorio familiare adeguandolo alla esigenza dell’utenza e la possibilità di istituire una farmacia comunale. Viene anche richiesto il completamento delle procedure relative alla copertura delle posizioni di struttura complessa e nello specifico dei reparti di Chirurgia, Cardiologia, Geriatria, Pediatria, Farmacia Territoriale, Radiologia, Anestesia, Igiene, Medicina Nucleare e del Lavoro. E’ stato anche richiesto l’espletamento dei concorsi già approvati dalla Regione ed il relativo iter procedimentale da completare nel più breve tempo possibile come siano mantenute tutte le Unità Operative Semplici e Complesse nei servizi e nelle Sezioni ospedaliere o territoriali consentite dal Piano Sanitario Regionale come dovrebbero essere introdotte le procedure di verifica e di revisione della qualità previste dalle leggi vigenti.