LA CALABRIA NON DOVREBBE CORRERE IL RISCHIO DI SUPERARE LA SOGLIA MASSIMA DEL 30%


Mentre in ben dieci Regioni c’è allarme per le terapie intensive in quanto corrono il rischio di superare la soglia massima del 30% fissata dal Ministero della Salute, almeno per il momento,la Calabria non dovrebbe correre l’accennato rischio anche se ha potuto contare solo una percentuale piuttosto limitata di posti letto per le terapie intensive.

Pertanto la nostra Regione ,non essendo a tale livello secondo l’ultimo monitoraggio, anche la stessa tenuta del sistema sanitario non corre pericolo.

Difatti ,assieme alla Sicilia, la Calabria ,è ancora lontana dalla soglia massima fissata dal Ministero della Salute del 30%.

Il fatto, però, che anche i nuovi posti letto destinati alle terapie intensive si stiano assottigliando, sarebbe opportuno non andare incontro a tale rischio.

Per cui è bene monitorare la situazione,anche perché,purtroppo,in quasi tutte le Regioni c’è una crescita di contagi.

Non v’è dubbio che il decreto ministeriale 34/2020 ha aumentato i posti letto aggiuntivi per la terapia intensiva anche se, come accennato, sono ben dieci le Regioni che sono già vicini alla soglia massima del 30%. da presentare anche il rischio di superarla. In attesa che il coronavirus possa essere sconfitto da un sicuro,collaudato vaccino è ancora più importante difendersi contro l’influenza con la vaccinazione raccomandata soprattutto per i pazienti come,ad esempio,i cardiopatici, i diabetici ,gli ipertesi, i broncopatici e le donne in gravidanza. Pertanto è la realtà da affrontare contro l’influenza !

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario