LONGO, DA “SUPERPOLIZIOTTO“ A COMMISSARIO ALLA SANITÁ, NON PUÓ ESSERE LASCIATO SOLO


Presumiamo che Longo da “superpoliziotto” trasformato in Commissario alla Sanità ,non potrà essere lasciato solo se davvero s’intende mettere un po’ d’ordine in un settore da un decennio commissariato a cominciare dalla riorganizzazione, delle reti ospedaliera, emergenza-urgenza e territoriale sino ad apportare anche un graduale risanamento del disavanzo.

Pertanto, pur essendo stato giudicato una persona capace ed incorruttibile, non v’è dubbio che lo stesso Consiglio dei Ministri avrebbe anche potuto scegliere un manager sanitario altamente specializzato tra i tanti calabresi che si sono affermati sia in Italia che fuori. Comunque, poiché tale scelta è già avvenuta con l’ok del Consiglio dei Ministri, è bene che si assuma anche la responsabilità di non lasciare solo Longo ,il quale ha dichiarato di aver accettato tale incarico “per amore della Calabria”.

Per cui lo Stato dovrà essere ogni ora del giorno, non sei mesi, dietro le spalle del nuovo Commissario alla Sanità dando allo stesso con i “pieni poteri” anche le necessarie risorse per affrontare i problemi. Pertanto, poiché nel Decreto “Calabria” sono stati anche approvati degli emendamenti che danno via libera a nuove assunzioni nelle strutture sanitarie pubbliche per reclutare nuovi medici, infermieri ed operatori sociosanitari da utilizzare anche nei “Pronto Soccorso” Longo, da Commissario avrà subito la possibilità di procedere a tali assunzioni a tempo indeterminato. Difatti, il Decreto “Calabria” convertito il Legge, ha previsto importanti novità, concedendo ai Commissari delle Aziende ospedaliere e sanitarie lo sblocco delle assunzioni ,con il termine perentorio di 90 giorni per l’approvazione sia dei bilanci che gli atti aziendali da non incorrere nella decadenza delle assunzioni. In tale Decreto è stata anche introdotta la norma che prevede un diretto coinvolgimento sia dei sindaci calabresi che delle organizzazioni territoriali nelle azioni in quanto Longo , da Commissario alla Sanità, si avvarrà anche di due sub-commissari per far fronte all’emergenza sanitaria in corso. Anche gli stessi sindaci troveranno quotidiane risposte anche alle emergenze.

Panorama Sanitario Calabrese

    Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Catanzaro iscritto al n.107 del registro della stampa Direttore Responsabile: Gerardo Gambardella

© 2015 by Panorama Sanitario