OCCORRE NON PERDERE DI VISTA IL SUEM “118” AL LIMITE DEL COLLASSO

Per comprendere le anomalie continue ed i disagi che provocano addirittura il collasso del SUEM “118” ritenuto un servizio primario finalizzato all’emergenza/urgenza è stata la senatrice Granato che con una interrogazione a Speranza, Ministro della Salute, ha anche posto sotto accusa la triade commissariale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro che continua ad ignorare le emergenze sanitarie territoriali sino a moltiplicare i disagi accusati dal SUEM “118” giunto al collasso anche per mancanza di medici ,infermieri ed un ristretto numero di ambulanze. Difatti, si deve anche al sistema SUEM “118” malato, a causa di scelte manageriali fallite, se si è giunti al collasso. Su tale pianeta che andava finalizzato all’emergenza –urgenza sta succedendo un po’ di tutto; dalle ambulanze vetuste a quelle nuove ,acquistate e tenute ferme per mesi prima di entrare in servizio; dagli interventi fatti con postazioni senza medico a bordo e dall’invio dell’elisoccorso per coprire le carenze degli ambulanze. Pertanto, in un tale deprimente contesto, i problemi si moltiplicano con al primo posto ,tra le anomalie, ci sono ambulanze senza medico. Una condizione inaccettabile per un tipo di servizio, qual è appunto il “118”, non solo importante quanto delicato!

In questo clima di grande difficoltà si inserisce poi la decisione assunta dalla triplice commissariale della su indicata Azienda Sanitaria di cancellare anche l’indennità di 5.50 euro l’ora per i medici convenzionati!

Pertanto un sistema di emergenza/urgenza ricco di tanti paradossi !

Difatti sono davvero tante le irregolarità commesse dalla triade che hanno provocato sconcerto e rabbia!