PER LA PROTEZIONE DEL VACCINO SU PAZIENTI ONCOLOGICI LA DOPPIA DOSE RISULTA EFFICACE DEL 94%


C ‘è una buona notizia che emerge dallo studio condotto su pazienti oncologici: il vaccino anti Covid è efficace al 94%. È però necessaria la doppia dose. Lo dimostra uno studio tutto italiano dal quale emerge che nelle persone colpite da cancro la risposta immunitaria è sulla sicurezza del vaccino a mRNA.

Lo studio condotto presso l’Istituto “Regina Elena” –Università “La Sapienza” di Roma ha arruolato 816 pazienti, in diverse neoplasie solide in particolare tumori della mammella, del polmone e melanoma in trattamento attivo o sottoposti a cure entro sei mesi precedenti la vaccinazione anti-Covid.

Tutti i pazienti hanno ricevute entrambe le dosi a distanza di 21 giorni –tiene a spiegare il calabrese prof. Cognetti, professore di Oncologia Medica presso l’Università la “Sapienza” di Roma e Direttore dell’Oncologia Medica del “Regna Elena”.

Il tasso di risposta ed il tasso positivo immunoglobuline sono stati misurati in diversi momenti della vaccinazione, prima delle 7 settimane anche dell’inoculazione.

Il gruppo di persone era rappresentato da 270 operatori sanitari, sottoposti all’immunizzazione anti Covid con ciclo completo.

Il tasso è aumentato nei pazienti oncologici in maniera significativa dal 59 all8% a 21 giorni dalla prima dose, fino a 94% già prima della seconda dose, raggiungendo il 100% in 7 settimane.

Tutti i pazienti oncologici vaccinati sono stati eseguiti con frequenti tamponi molecolari. Ciò conferma l’elevatissimo valore della vaccinazione in questa popolazione molto fragili di pazienti.